BENETUTTI
PARROCCHIA S. ELENA IMP.
I più antichi documenti risalgono al 1618, ma l'edificio è certamente anteriore di qualche secolo. Del 1670 è invece il bel campanile costruito dal maestro genovese Spotorno: con la cupola raggiunge i 25 metri. Conserva quattro preziose tele del Maestro di Ozieri, quel grande artista “unico pittore sardo del Cinquecento che, oltre a Pietro Cavaro, si imponga alla considerazione anche in ambito culturale non circoscritto alla Sardegna. 

Le tele rappresentano la Crocifissione, il ritrovamento della vera Croce, la prova della vera Croce e S. Elena. Collocabili fra le ultime opere del Maestro sono frutti di una piena maturità artistica. Altre opere pregevoli: le statue lignee della Pietà (secolo XVI), di S. Elena (secolo XVII), di San Michele (secolo XVII). Altre chiese: San Timoteo.La sua costruzione si dovette alla devozione personale dei membri della famiglia benestante di Antonio Canu che la fece edificare nel 1679. Santa Rosalia. 

La devozione a questa Santa fu, nel Seicento e non solo allora, assai viva in Sardegna, particolarmente a Sassari ma anche in questa zona. La chiesa fu costruita verso il 1790, anch'essa per iniziativa di privati devoti della Santa; San Salvatore; Santa Croce; Santa Maria di Bolò. 

Benché non si abbiano testimonianze precise, è però consolidata tradizione che a Bolòe esistesse nel Medioevo un piccolo centro abitato, attorno alla chiesa. Santa Barbara: rurale. Anch'essa di origine antica, restaurata tra il Cinquecento e il Seicento. Patrono: S. Elena imp.
Benetutti (SS)
 
Abitanti 1.889
Parrocchia S. Elena Imperatrice
CORSO COCCO ORTU, 1
CAP 07010 – Tel. 079 796827

 
Parroco: don Gianni Palmas (dal 2018)
 
 
Sito internet: santelenaimperatricebenetutti.blogspot.it