BIBLIOTECA STORICA DIOCESANA
La Biblioteca Diocesana comprende oltre 14.000 volumi, provenienti dalla Biblioteca del Seminario, dalla Biblioteca del Vescovo, da donazioni da parte di Sacerdoti e privati cittadini, dalla Biblioteca di Mons. Amadu.
Fra le varie opere fiurano molti libri antichi, tra cui un incunabolo, scritti del Cinquecento, Seicento e Settecento.
La Biblioteca di mons. Amadu è censita nel Catalogo delle Biblioteche d’Italia al n. SS.0218 per il valore di alcune opere, fra cui l’incunabolo De lepra morali stampato a Lione nel 1477 da allievi di Gutemberg; il secondo volume di Roma sotterranea del 1651; il Codex Diplomaticus Sardiniae del Tola. In questa Biblioteca è conflita anche una parte della biblioteca dello storico Raimondo Carta Raspi, tra cui la collezione completa dell’Archivio Storico Sardo. Recentemente è stata donata una parte della Biblioteca del biblista don Renato Iori. 
Il patrimonio librario della Biblioteca Storica è costituito da diversi fondi: 

- Biblioteca del Seminario;
- Biblioteca Mons. Amadu ;
- Fondo costituito dalle donazioni di volumi e opuscoli da parte di sacerdoti e privati cittadini.

La provenienza dei volumi  del fondo è varia, in massima parte connessa all’attività dei religiosi nella diocesi e ad Ozieri in particolare. Vi confluirono infatti libri appartenuti alle biblioteche dei Francescani, dei Cappuccini e alcuni volumi appartenuti ai Gesuiti (la maggior parte dei quali andò dispersa con la soppressione dell’ordine alla fine del ‘700). Con le leggi sulle soppressioni unitarie seguite di poco alla costituzione del Regno d’Italia, il patrimonio librario delle famiglie religiose venne requisito a favore della municipalità. Nel 1882 il Vescovo Serafino Corrias, autorizza da una specifica Bolla pontificia, acquistava l’ingente patrimonio per la biblioteca del Seminario Diocesano. La biblioteca è stata trasferita al primo piano dei locali  del “vecchio seminario” nel 2008. 
Bibliotecario
Giovanni Maria Pala
Direttore: 
Cabizzosu Mons. Tonino Franco
 
Bibliotecario
Giovanni Maria Pala

Indirizzo: Via Umberto I, 37 
Telefono/Fax: 079 786481 
Orario di apertura: 10.00 – 13.30 - martedì - mercoledì - giovedì - venerdì; 
e-mail: bbcc.ozieri@tiscali.it
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO
L’Archivio Storico Diocesano comprende i due principali archivi ozieresi: L’Archivio Capitolare e l’Archivio delle Curia Vescovile.
L’Archivio Capitolare, custodito attualmente nei locali della cattedrale, è il prodotto del deposito di documentazione dell’Archivio dell’antica parrocchia di Santa Maria, dei Divini Uffii istituiti nel 1592, del Capitolo Collegiale (1621) e dal 1803 del Capitolo della Cattedrale;
l’Archivio della Curia Vescovile è costituito da fondi di natura eterogenea, il più antico dei quali (1577) raccoglie la parte istruttoria e dibattimentale delle cause civili, criminali e matrimoniali riguardanti i “foro ecclesiastico” prodotte dalla sezione locale, istituita a Ozieri nella seconda metà del XVI sec.
L’Archivio Storico diocesano, ha trovato nel 2006 la sua collocazione defiitiva al primo piano dei locali del vecchio Seminario, che ospita altresì la Biblioteca diocesana e il Museo diocesano di Arte Sacra.
Direttore: 
Cabizzosu Mons. Tonino Franco
 
Archivista
Demetrio Mascia

Indirizzo: Via Umberto I, 37 
Telefono/Fax: 079 786481 
Orario di apertura: 10.00 – 13.30 - martedì - mercoledì - giovedì - venerdì; 
e-mail: bbcc.ozieri@tiscali.it