DI DOMENICA IN DOMENICA - a cura di don Giammaria Canu

Domenica, 18 ottobre 2020 Il Vangelo non è per cretini Dalla parabola della festa di nozze per il figlio del re, questa prossima domenica passiamo alla contromossa dei farisei: «tennero consiglio per vedere come cogliere in fallo Gesù nei suoi discorsi». Si sentono chiamati in causa, offesi e accusati di essere, in fondo, dei “cretini”: hanno sciupato l’occasione di entrare alla festa. Per tutta la domenica mi chiedevo: ma perché non ci sono entrati? E secondo me, quei farisei si sentono toccati perché sono proprio loro che, invitati speciali al banchetto, alla festa, al regno di Dio, covano il tragico (letale) sospetto che quel padrone avrebbe chiesto a loro qualcosa in cambio, un prezzo da

Commento al Vangelo - Domenica 18 Ottobre 2020

Mt 22,15-21 In quel tempo, i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come cogliere in fallo Gesù nei suoi discorsi. Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: «Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno. Dunque, di’ a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?». Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: «Ipocriti, perché volete mettermi alla prova? Mostratemi la moneta del tributo». Ed essi gli presentarono un denaro. Egli domandò loro: «Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?». Gli risposero: «Di Cesare». Allora disse

Ordinazione Presbiterale don Giovanni Antonio Loi

La Comunità Nuovi Orizzonti e la Diocesi di Ozieri con gioia annunciano che Giovanni Antonio Loi sarà ordinato Presbitero per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria del Vescovo Mons. Corrado Melis Sabato 10 Ottobre 2020 alle ore 18:00 presso l'Anfiteatro Comunale in Monti.

DI DOMENICA IN DOMENICA - a cura di don Giammaria Canu

Domenica, 11 ottobre 2020 La pedagogia dell'arciperdono Il frutto si aspetta, il frutto si fatica e finalmente il frutto si può gustare! Per esempio, ad una festa di nozze, dove colano litri, ettolitri e giare di vino. Ma solo a uno sguardo ingenuo il tema dei Vangeli di queste domeniche è il vino. Forse il vino è solo l’escamotage con cui, di domenica in domenica, la parola di Dio aggiunge tasselli alla ricostruzione della pedagogia di Dio: ma come diamine pensa Dio? Chi di noi è in ambiente educativo sa quanto è prezioso conoscere il metodo perfetto per aiutare un piccolo uomo a diventare grande. Ora, se le teorie pedagogiche sono tante perché tutte imperfette, forse conoscere come educa i

Commento al Vangelo - Domenica 11 Ottobre 2020

Mt 22,1-14 In quel tempo, Gesù, riprese a parlare con parabole [ai capi dei sacerdoti e ai farisei] e disse: «Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire. Mandò di nuovo altri servi con quest’ordine: Dite agli invitati: “Ecco, ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e gli animali ingrassati sono già uccisi e tutto è pronto; venite alle nozze!”. Ma quelli non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero. Allora il re si indignò: mandò le sue truppe, fece uccidere quegli assassini e d

DI DOMENICA IN DOMENICA - a cura di don Giammaria Canu

Domenica, 4 ottobre 2020 La gioia dei frutti Terza domenica di vendemmia! Questa volta sul palcoscenico sale la storia d’Israele, la storia di un popolo, la storia di una vigna dispettosa: «la vigna del Signore degli eserciti è la casa d’Israele; gli abitanti di Giuda sono la sua piantagione preferita. Egli si aspettava giustizia ed ecco spargimento di sangue, attendeva rettitudine, ed ecco grida di oppressi» (Is 1,6-7). Eppure, il padrone non si scoraggia e studia tutte le strategie perché sa (quanto Geppetto sa che Pinocchio è capace di diventare un bravo burattino) che il cuore dell’uomo è capace di “fruttare”. Entrano finalmente in scena i “frutti” della vigna! L’avevamo intuito già da q

Commento al Vangelo - Domenica 4 Ottobre 2020

Mt 21,33 - 43 In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Ascoltate un’altra parabola: c’era un uomo, che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano. Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo. Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: “Avranno rispetto per mio figlio!”. Ma i

Commento al Vangelo - Domenica 27 Settembre 2020

Mt 21,28 - 32 In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto

DI DOMENICA IN DOMENICA - a cura di don Giammaria Canu

Domenica, 27 settembre 2020 Prurito evangelico … non solo ricevono lo stesso salario, ma passeranno avanti nel regno di Dio! È mia tesi dimostrare che solo un cuore preso sul serio (preso a cuore!) sa placare anche il prurito più fastidioso: quello procurato da un Dio ingiusto, dispettoso, cieco e sordo ai bonus Paradiso che ci siamo faticosamente acquistati durante la nostra “intensa” vita religiosa. Già. Spesso si tratta proprio di “vita religiosa” e molto meno di “vita di fede”. Gli antropologi culturali sono d’accordo infatti nell’individuare l’origine della religione in quelle forme arcaiche e ancestrali di accaparramento della simpatia degli dei. Il Dio di Gesù è tutt’altra cosa, dives

Commento al Vangelo - Domenica 20 Settembre 2020

Mt 20,1 - 16 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. Si accordò con loro per un denaro al giorno e li mandò nella sua vigna. Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano in piazza, disoccupati, e disse loro: “Andate anche voi nella vigna; quello che è giusto ve lo darò”. Ed essi andarono. Uscì di nuovo verso mezzogiorno e verso le tre, e fece altrettanto. Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano lì e disse loro: “Perché ve ne state qui tutto il giorno senza far niente?”. Gli risposero: “Perché nessuno ci ha pres

Commento al Vangelo - Domenica 13 Settembre 2020

Mt 18,21 - 35 In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: “Abbi pazienza con me

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook
  • YouTube